IRAQ - luglio  2003

- Gen. Brig. dott. Fernando TERMENTINI - 

    mail@fernandotermentini.it - fernando.termentini@poste.it

 

 

In Iraq, lo scenario che si Ŕ presentato agli occhi degli esperti di bonifica Ŕ stato qualcosa di inaspettato ed imprevedibile. Molto diverso nella tipologia e per le dimensioni di quello trovato in tante altre parti del mondo. 

Una situazione grave e di immediato pericolo per la popolazione locale innescata principalmente dalla scempio lasciato sul terreno dalle Armate di Saddam in fuga, piuttosto che da quanto versato sul suolo durante i bombardamenti. 

Primi ad arrivare sul territorio appena finita la guerra ed al seguito dei funzionari delle Nazioni Unite, gli operatori di bonifica che hanno cominciato immediatamente ad impegnarsi, fra i mille pericoli determinati dalla presenza di UXOs e gli atti di guerriglia e banditeschi che ogni giorno sono costretti ad affrontare.

Le immagini che seguono sono un modesto esempio della situazione che caratterizza in questo momento il Paese per quanto attiene ai pericoli connessi con la presenza di mine ed UXOs e che offre lo spunto di meditazione sulle dimensioni dell'impegno che la comunitÓ internazionale sarÓ destinata ad affrontare. 

bambini iracheni fra gli UXOs

bambini iracheni giocano con le spolette

Cluster Bomb M-46

Effetti di una Cluster Bomb

Qualche UXOs

Bambini fra UXOs

Residuati bellici

Riservetta con UXOs

UXOs sparsi nel deserto

Spolette

UXOs e balistite nel deserto

UXOs fra la gente

UXOs vari sulla strada

Spolette ed UXOs

Regali all'Iraq

Cluster Bombs BLU 97 A-B

Mucchi di mine

Artifizi Illuminanti

Depositi di  mine

Mine anti uomo sovietiche

     

qualche UXOs

BACK